Nervature sottili

 

Non parole ma suoni.

Non nomi  ma luci.

 

L’acqua del torrente scende

e porta con se i miei sentimenti,

 

si nascondono fra le nervature sottili di una foglia d’autunno,

fragili al freddo della rugiada.

 

Sottili nervature  di quelle che rimangono anche quando Il resto della foglia è scomparso.

 

Fra le ruvide cortecce piegate i desideri sussurrano a se stessi parole ricordate .

 

Ti aspetto ogni sera

alla finestra di una speranza  

 e tu arrivi ,  notte,  ad  abbracciarmi ogni volta .

 

Io voglio addormentarmi per diventare un sogno

che parli di luce e di te .

 

  • w-facebook
  • w-flickr
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now